Get Adobe Flash player

SPAZIO INTERIORE VARIABILE

Spazio interiore variabile

LA VENARIA REALE

Le origini della Venaria Reale iniziarono nel lontano 1580, allora residenza di corte, nello specifico: zona di caccia dei principi dello stato Sabaudo, oggi “Parco La Mandria”.

Dal dopo guerra iniziarono i progetti 1950-1997, interventi di restauro, il 1997 iniziarono i lavori.

La Venaria Reale il più importante progetto Europeo, durante i lavori, la rimozione delle macerie, una persona che all’epoca lavorava nel trasporto dei materiali alla discaricha, recuperando il legname da ardere, all’interno vi erano anche pezzi recuperati dai tetti da demolire, mi procuò del legname per la stufa.

All’epoca con Maddalena acquistammo in un negozio di Ciriè, specializzato in stufe, caminetti e altro, Una stufa, il necessario per riscaldare e nello stesso tempo abbellire la casa.

Quel signore sapendo che mi dilettavo nell’arte pittorica con sprazzi scultorei ebbe l’idea di tenermi da parte qualche bel pezzo, un ceppo particolare, fu in quel caso che mi venne l’ispirazione, invece di inserirlo nella stufa iniziai l’opera dal titolo: “Spazio interiore variabile” insomma, da quello scarto dalle antichissime origini, vecchi tetti della: “(La Reggia di Venaria Reale)” ebbe inizio l’avventura.

Fu il mio secondo omaggio al Comune di Borgaro Torinese, alla presenza dell’allora Sindaco Ing. Vincenzo Barrea, il Prof. Dott. Giuseppe Nasillo storico dell’Arte e all’Assessore alla cultura Fabrizio Chiancone ed il Capogruppo Giuseppe Ponchione gli ultimi due sono ancora oggi miei accompagnatori durante le Expo ai concorsi d’arte ai quali partecipo con le mie opere.

VANNI NOVARA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *